mondoapi.it -> mostre -> Il lavoro delle api -> La casa delle api top
La casa delle api

La casa delle api

Nell’arnia abita la famiglia delle api, l’alveare, la cui vita si svolge sui favi. Sono pannelli verticali costruiti dalle api con la cera, composti da centinaia di cellette esagonali che ospitano la covata (uova e larve) e sono magazzino per le scorte di polline e miele.
Questa famiglia molto numerosa può arrivare fino a 50-60.000 individui di cui la maggioranza sono operaie. L’ ape operaia è una femmina sterile e compie nella sua vita (circa 40 giorni durante l’estate) tutte le attività necessarie al buon andamento della colonia.
Il fuco è il maschio. Sui favi nella bella stagione ne troviamo alcune centinaia; è più grande e tozzo dell’operaia e non possiede pungiglione. In primavera feconderà la regina durante il volo nuziale ma al sopraggiungere dell’inverno verrà scacciato dall’alveare.
L’ape regina, è l’unica femmina fertile, si distingue dalle operaie per l’addome più lungo e voluminoso. Può vivere fino a 4 o 5 anni ed esce dall’alveare solo in occasione del volo di fecondazione e della sciamatura. Il suo compito è quello di deporre le uova, ne può deporre fino a 2000 in un giorno; dapprima controlla la celletta e poi vi introduce l’addome per deporvi un uovo.
L’uovo di operaia si schiude dopo 3 giorni. Nasce una larva che viene alimentata dalle nutrici dapprima con la pappa reale e poi con polline e miele. Passati altri 5 giorni la celletta viene chiusa con un tappo di cera (opercolo) ed inizia la metamorfosi da larva ad ape. Dopo 21 giorni dalla deposizione dell’uovo l’operaia adulta rompe l’opercolo con le mandibole ed esce dalla celletta (sfarfalla).
In primavera la famiglia delle api aumenta e la loro casa non è più abbastanza grande per tutti. Così le operaie allevano le nuove regine nelle celle reali. La vecchia regina prima che queste nascano esce dall’arnia seguita da circa metà delle api per cercare una nuova casa. Lo sciame si ferma qualche giorno su di un ramo e se trova una dimora adatta inizia subito a costruire i favi.

home www.mondoapi.it - © Luca Mazzocchi indice avanti